» Pale Ale "Dry Hops"
» Dry Hopping
» Hops Beer Chiara
» Hops Beer Hefe Weizen
» Hops Beer Scura
» Hops Beer Ambrata Doppio Malto

1. Malto

2. Macinatura

3.1. Ammostamento

3.2. Misurazione del PH

3.3. Saccarificazione

4.1. Filtraggio

4.2 Trasferimento mosto filtrato

5. Bollitura

6. Luppolatura

7.1. Attivazione del lievito

7.2. Inoculazione del lievito

8. Maturazione

   


 


Video: il ciclo di produzione della Hops Beer

MALTAZIONE:
L'elemento principe del processo di birrificazione è il "MALTO".
Il malto è un elemento che non si trova in natura ma è il risultato di un processo meccanico, chiamato "maltazione", volto per l'appunto a trasformare i cereali in malto.
Il cereale più comunemente utilizzato è L'ORZO ma si possono ottenere malti anche da segale, frumento e farro.
Sono proprio l'alta qualità ed i tipi di malto che utilizziamo a determinare il colore, il gusto ed il corpo delle nostre HopsBeer.

AMMOSTAMENTO:
Una volta macinato, il malto viene versato in acqua nella caldaia.
Le proporzioni sono all'incirca: 80% acqua e 20% malto.
Essendo l'elemento quantitativamente più presente l'acqua riveste un ruolo fondamentale e di essa vanno tenute sotto controllo varie caratteristiche, e la presenza di vari elementi.
E' l'ammostamento, unitamente alla scelta della tipologia e qualità di cereali e malti utilizzati, il momento in cui il mastro birraio impone al prodotto finale le sue caratteristiche basilari: corpo, alcol, schiuma,…

FILTRAGGIO E RISCIACQUI:
Terminata la fase di ammostamento, vengono separate e risciacquate LE TREBBIE (parte solida) dal MOSTO CHIARIFICATO (la parte liquida).

BOLLITURA e LUPPOLATURA:
Con la bollitura abbiamo la sterilizzazione del mosto e la concentrazione delle sostanze zuccherine nonché la precipitazione di sostanze proteiche (albumine) indesiderate nella birra, in quanto creerebbero problemi di stabilità e torbidità nel prodotto finito.
Durante la fase di bollitura al mosto viene aggiunto del "LUPPOLO".
Il luppolo cede le sostanze amaricanti ed aromatiche che contribuiranno a definire il gusto e l'aroma della birra.

RAFFREDDAMENTO E DECANTAZIONE:
Al termine della bollitura il mosto contiene diverse impurità dovute alla coagulazione delle proteine ed ai residui di luppolo; il procedimento utilizzato per la loro eliminazione è il sistema "whirlpool" ovvero un metodo di movimentazione circolare del mosto che favorisce la decantazione delle parti solide che convergono in un'area centrale del tino costituendo quella che è chiamata volgarmente "Torta".
Da qui il mosto illimpidito viene raffreddato ad una temperatura ben precisa, diversa per ogni tipo di lievito che verrà usato, e trasferito nei fermentatori.

FERMENTAZIONE e MATURAZIONE:
In questa fase il vero protagonista smette di essere il Mastro birraio e diventa "Il LIEVITO".

L'importanza del lievito nel processo di birrificazione può essere compresa attraverso un antico detto del mondo della birra secondo cui : "…è il birraio a fare il mosto ma è il lievito a fare la birra".

Nella fase di fermentazione il lievito inoculato nel mosto comincia a cibarsi degli zuccheri ed attraverso alcune reazioni chimiche espelle alcol, anidride carbonica ed energia fino a quando gli zuccheri fermentabili finiscono, a questo punto la birra viene raffreddata e il lievito che sedimenta sul fondo del fermentatore viene estratto.

Terminata la fermentazione ha inizio l'ultima fase del ciclo di produzione della nostra HopsBeer che è quello della "MATURAZIONE" .

In questo periodo, che varia dalle circa quattro settimane al paio di mesi per le tipologie di birra più particolari, la birra si affina e il dolce del malto si armonizza con l'amaro del luppolo.

Terminata la maturazione, la birra viene lasciata riposare nei MATURATORI che, nel nostro bellissimo locale, sono ben visibili e direttamente collegati alle spine del bar da cui avviene la mescita.

 

Chiara

birra di bassa fermentazione tipo pils (13,5 ░P; 5,5% v/v). L'aroma delicato di cereali maltati e di luppolo di origine mitteleuropea caratterizzano questa birra di stile Pilsner. Gusto deciso ma allo stesso tempo elegante fanno ti questa birra una bevanda in grado di accompagnare ogni tipo di pietanza, dai primi piatti alle grigliate di carne.

Doppio Malto Ambrata

birra di bassa fermentazione tipo bock (15 °P; 6,0% v/v). Il colore rosso ambrato è la premessa per un aroma complesso di malti caramelli e tostati. Il gusto pieno e rotondo ben equilibrato rendono questa birra la bevanda ideale per i piatti più complessi e speziati.

Bitter

birra di alta fermentazione tipo bitter (10░P; 4%v/v). Come richiesto dall'antica tradizione birraria inglese, questa birra leggera nasconde una personalitÓ spiccata grazie all'impiego di pregiati malti chiari e dall'impiego di diversi luppoli tra i quali lo statunitense ahtanum. Ottima birra per accompagnare diverse tipologie di pietanze, ma anche da bersi accompagnandosi con qualche cibo salato.

Hefe Weizen

birra di alta fermentazione tipo Weizen (13░P; 5,7░C). L'impiego di frumento maltato nella ricetta di produzione rendono questa birra unica nel suo genere. L'aroma tipico e inconfondibilmente fruttato (banana) di questa classica weizen la rendono leggera e frizzante da bersi in ogni momento della giornata. Il gusto deciso e la presenza di lievito, sono in grado di accontentare anche i palati pi¨ esigenti.

Dry Hopping

birra di bassa fermentazione tipo double pils (14░P, 6%v/v). Questa birra si caratterizza per un particolare processo a cui viene sottoposta a fine fermentazione ossia l'aggiunta di coni di luppolo fresco. Questo processo molto antico ma largamente utilizzato nei microbirrifici americani, dona un aroma di luppolo inconfondibile e rende la birra unica nel suo genere.