ABOUT THE BEER

DIETRO LE QUINTE DELLA BIRRERIA RICCIONE HOPS! C’È UN’ARTE PORTATA AVANTI DA 20 ANNI

Siete curiosi di scoprire cosa si nasconde dietro il gusto inconfondibile della vostra birra preferita? Birreria Riccione Hops! è pronta a svelarvi i suoi segreti!

Noi di Hops! lavoriamo dal 1997 per diventare un punto di riferimento come birreria. Riccione ci ha già ricompensato rendendoci una delle birrerie più amate della città per cene squisite in compagnia. Questo perché la nostra missione è di offrire un prodotto sempre più all’altezza dei palati più esigenti e raffinati: per questo è importante per noi essere trasparenti sui nostri processi di produzione, raccontandovi tutte le fasi del nostro lavoro.

Il coinvolgimento dei nostri clienti è per noi una priorità, dunque produciamo la nostra birra in loco, proprio all’interno del nostro locale. Inoltre, in alcune serate della settimana (sabato escluso), i nostri clienti sono i benvenuti nel nostro impianto di produzione, dove nasce la magia delle nostre birre più amate.

birreria-riccione-hopsbeer

BIRRERIA RICCIONE CON BIRRA ARTIGIANALE: PARTIAMO DALLA MALTAZIONE

L’elemento principe del processo di birrificazione è il malto.

Il malto è un elemento che non si trova in natura ma è il risultato di un processo meccanico, chiamato maltazione, volto a trasformare i cereali in malto.

Il cereale più comunemente utilizzato è l’orzo, ma si possono ottenere malti anche da segale, frumento e farro.

Sono proprio l’alta qualità ed i tipi di malto che utilizziamo a determinare il colore, il gusto ed il corpo delle nostre HopsBeer, rendendoci la birreria di Riccione più indicata per gustarsi un’ottima birra.

AMMOSTAMENTO PER DARE CORPO ALLE NOSTRE BIRRE PIÙ INTENSE

Una volta macinato, il malto viene versato in acqua nella caldaia.
Le proporzioni sono all’incirca 80% acqua e 20% malto.

Essendo l’elemento quantitativamente più presente, l’acqua riveste un ruolo fondamentale e di essa vanno tenute sotto controllo varie caratteristiche, nonché la presenza di vari elementi.

L’ammostamento, unitamente alla scelta della tipologia e qualità di cereali e malti utilizzati, è il momento in cui il mastro birraio impone al prodotto finale le sue caratteristiche basilari, fra cui corpo, alcol e schiuma.

Terminata la fase di ammostamento, vengono separate e risciacquate le trebbie (parte solida) dal mosto chiarificato (la parte liquida).

BOLLITURA E LUPPOLATURA PER AROMATIZZARE LE VOSTRE BIRRE PREFERITE

Con la bollitura abbiamo la sterilizzazione del mosto e la concentrazione delle sostanze zuccherine, nonché la precipitazione di sostanze proteiche (albumine) indesiderate nella birra, in quanto creerebbero problemi di stabilità e torbidità nel prodotto finito.

Durante la fase di bollitura al mosto viene aggiunto del luppolo.

Il luppolo cede le sostanze amaricanti ed aromatiche che contribuiranno a definire il gusto e l’aroma della birra.

RAFFREDDAMENTO E L’ARTE DELLA DECANTAZIONE

Al termine della bollitura il mosto contiene diverse impurità dovute alla coagulazione delle proteine ed ai residui di luppolo; il procedimento utilizzato per la loro eliminazione è il sistema whirlpool, ovvero un metodo di movimentazione circolare del mosto che favorisce la decantazione delle parti solide che convergono in un’area centrale del tino, costituendo quella che è chiamata volgarmente torta.

Da qui il mosto illimpidito viene raffreddato ad una temperatura ben precisa, diversa per ogni tipo di lievito che verrà usato, e trasferito nei fermentatori.

FERMENTAZIONE E MATURAZIONE: GLI ULTIMI RITOCCHI PER OTTENERE LA BIRRA PERFETTA

In questa fase il vero protagonista smette di essere il Mastro birraio e diventa il lievito.

L’importanza del lievito nel processo di birrificazione può essere compresa attraverso un antico detto del mondo della birra secondo cui : …è il birraio a fare il mosto ma è il lievito a fare la birra.

Nella fase di fermentazione il lievito inoculato nel mosto comincia a cibarsi degli zuccheri e, attraverso alcune reazioni chimiche, espelle alcol, anidride carbonica ed energia fino a quando gli zuccheri fermentabili finiscono.

A questo punto la birra viene raffreddata e il lievito che sedimenta sul fondo del fermentatore viene estratto.

Terminata la fermentazione ha inizio l’ultima fase del ciclo di produzione della nostra HopsBeer che è quella della maturazione.

In questo periodo, che varia dalle circa quattro settimane al paio di mesi per le tipologie di birra più particolari, la birra si affina e il dolce del malto si armonizza con l’amaro del luppolo.

Terminata la maturazione, la birra viene lasciata riposare nei maturatori che, nella nostra bellissima birreria Riccione Hops!, sono ben visibili e direttamente collegati alle spine del bar da cui avviene la mescita.